BRASILE – SVIZZERA

CALCIO

Brasile-Svizzera

Il vero problema è che spesso si smazzano i carioca tra i favoriti alla cazzo, senza considerare come butta la leva calcistica del momento e quali saranno i guizzi dei barbieri di Rio sulla testa di Neymar. Quest’anno ci sono squadre più forti, in primo luogo la Francia, e poi ci metto pure Argentina e Spagna, quindi non sarà facile per i gialloverdi andare a punto in Russia. Ovviamente se O’Ney entrerà in coppia e innescherà il turbo le chances aumenteranno,nonostante il peso al culo del professor Adenor Bacchi, che di pedata pare ne capisca come me di pesca d’altura. Infatti il mister tiene in panca Douglas Costa a guisa di spettatore portoghese, quando invece tutti sanno che se vuoi portare a casa la pagnotta lui deve stare in campo a saltare l’uomo da qui alla fine dei giorni. Ieri la partita è andate così, i brasileri frivoli e gli svizzeri solidi, tanto che alla fine della fiera sembrava più probabile una segnatura elvetica che un gollazzo di Ficarra & Company, nonostante i doppi passi, i colpi di tacco e le triple finte al nulla cosmico delle pantere pauliste. I rossocrociati saranno una brutta gatta da pelare per tutti, hanno attinto a piene mani dal Canton del Kosovo e sono guidati da quel gran manico di Petkovic, uomo intelligente e con enormi palle. Si è visto un Berhami in grande spolvero, ha fatto un partitone prima di uscire cotto come una pera e mezzo infortunato. Oggi tocca al girone dell’Italia, solo a dirlo cominciano a girarmi come ventole.

Facebook Comments