A STAR IS BORN

CINEMA

A STAR IS BORN

 

Dal mio vocabolario strettamente personale e che si riferisce al cinema esce, a volte, la parola “sorpresa”. Ci sono dei film, infatti, che arrivano inaspettati, che ti emozionano, che ti riconciliano con le uggiose giornate autunnali, come nel caso di questo struggente remake griffato, per la prima volta, dalla regia di Bradley Cooper, che è qui anche attore assieme alla splendida Lady Gaga. Voglio cominciare proprio dalla cantante di origine italiana, assolutamente nella parte per quello che riguarda l’interpretazione, riempie lo schermo senza trucco ed è, in primo luogo, bellissima, si esprime perfettamente nel cantato ma riesce ad esaltare anche e soprattutto nel recitato, regalando un quadro d’insieme efficace a un personaggio che un tempo fu di Judy Garland e Barbra Streisand. Ineccepibile e assolutamente sul pezzo. Bradley anche lui stupisce, guadagnando considerazione piano piano, pur non eccedendo in credibilità per le movenze nella prima parte, ritrova il bandolo della matassa immediatamente e riesce a commuovere e a smuovere la sensibilità di chi guarda, oltre ad essere figo dimostra di essere in grado di recitare divinamente e qui, peraltro, canta anche molto bene, in alcuni tratti è a dir poco straordinario, il suo Jack è un beone buono, pieno di talento e con il cuore gonfio di sofferenze antiche. Regia ottima, come è ottimo un po’ tutto, a parte il doppiaggio abbastanza mediocre e alcune svisate trascurabili nel montaggio. Era da Once che non trovavo più un music-drama sentimentale di livello, e credetemi, se passate davanti a un cinema non lasciatevelo scappare, vi piacerà anche se il prezzo da pagare sarà versare qualche lacrima in più del solito.

http://www.ibuonicuginieditori.it/catalogo_prodotti_i_buoni_cugini_editori/deliso-max-breve-storia-di-rosita-e-kaplan.html

Facebook Comments