STANLIO & OLLIO

CINEMA

Andatelo a vedere questo film, sul serio, è talmente bello ed emozionante che perderselo sarebbe un peccato terribile nei confronti della cultura contemporanea e dell’umanità tutta. Poi lo so, la mia generazione i lavori di Stanlio & Ollio se li è beccati tutti, e li ha amati tutti, dal primo all’ultimo, senza soluzione di continuità. Il regista, Jon S. Baird, esordiente, ci ha regalato un’ora e mezza di grande cinema con un groppo in gola che saliva e scendeva, talvolta si interrompeva per dare spazio a qualche opportuna risata, ma le lacrime non sono tardate e il pathos che ha coinvolto tutti gli spettatori è stato notevole. C’è da dire immediatamente una cosa, ai due protagonisti bisognerà dare il premio Oscar indipendentemente da cosa uscirà nelle sale da qui alla prossima scelta dell’Academy, perché John C. Reilly e Steve Coogan sono stati a dir poco stratosferici, sensazionali, magnifici. Non aspettatevi un lungo elenco di scenette, no, il film non parla di questo, racconta semplicemente la storia di una grande amicizia tra due brave persone, con interessi e stili di vita completamente diversi, ma uniti da un grande affetto e da un’enorme stima reciproca. Laurel, il genio creativo, scriveva e sceneggiava tutte le gag del duo, mentre Hardy, simpatico playboy e gaudente incallito fuori dalle scene, eseguiva alla perfezione tutto quello che il suo partner gli chiedeva di fare. Molte, nella pellicola, le scene commoventi che riguardano il loro rapporto, toccante perfino per quel che riguardava le loro mogli, innamorate dei loro uomini e in grado di supportarli grazie al prezioso dono del senso dell’umorismo. In definitiva, il film è stato confezionato come meglio non si poteva, le musiche sottolineano la parte narrativa in maniera molto efficace, ma la sceneggiatura, per come è stata messa giù, sostiene alla perfezione la meravigliosa performance recitativa dei due protagonisti. Ve lo consiglio con tutto il cuore, questo piccolo capolavoro va visto, anche per ripensare di nuovo a due tra i più grandi attori di sempre: Stan Laurel e Oliver Hardy.

Facebook Comments