THE OLD MAN & THE GUN

CINEMA

THE OLD MAN & THE GUN

Avevo appena terminato di scrivere la recensione di questo film quando il computer si è letteralmente piantato, salvo poi spegnersi. Ho cercato il pezzo un po’ ovunque ma non c’era più. Dopo l’incazzatura di rito ho capito che, probabilmente, non andava bene, forse perché al di là della giusta nota di merito al bravo regista David Lowery, sconosciuto ai più ma ben noto al pubblico del Sundance Film Festival, che ha realizzato una pellicola precisa, senza sbavature, o dell’ottima interpretazione di Casey Affleck, Sissi Spacek, Danny Glover e del mito Tom Waits, c’era altro da dire, perché certo, stiamo parlando di un omaggio alla carriera di uno dei più grandi di tutti i tempi, un ringraziamento doveroso e intelligente che non si perde dentro cerimoniosi o servili inchini ossequiosi, no, qui non parliamo di Forrest Tucker, il ladro gentiluomo protagonista della vicenda, ma di Robert Redford, che si è voluto presentare per quel che è, un uomo intelligente e gentile che, come tutti, a volte nella vita ha commesso degli errori, però sempre in buona fede, un uomo che ha scelto sempre la sua strada senza pensare al giudizio altrui, sia nel cinema che nella politica, un uomo che, alla fine, ha sempre fatto quello che gli piaceva fare e ha cercato di vivere la vita con il sorriso sulle labbra. Questo è The Old Man & The Gun, la storia di un uomo, e tra le righe si intravede la sagoma del grande Paul Newman, presente nei modi e nelle intenzioni di Redford, un po’ come un angelo custode che si gusta l’ultima rappresentazione messa in piedi dal suo compagno guascone di sempre, con quello sguardo da “stangata” che nessuno dimenticherà mai. Ricomincerà a dipingere, e probabilmente lo rivedremo dietro la macchina da presa, perché il biondino ottantaduenne ha ancora qualcosa da dire, si vede dagli occhi e dalla passione, ma per il momento, a meno di un ripensamento, la carriera dello straordinario Cavaliere Elettrico che correva a piedi nudi nel parco finisce qui. Ma chissà.

 

Facebook Comments