GOOD GIRLS

NETFLIX e INFINITY

 

GOOD GIRLS

Qualche volta accade, per pura combinazione, di imbattersi in serie delle quali non si parla molto che poi, già da subito, fanno intendere di essere assolutamente sopra la media.

Si parla, in questo caso, di fighezza inaspettata, e la sorpresa, nel cinema o in televisione, moltiplica il fascino esercitato dalla storia sugli spettatori.

E’ il caso di Good Girls, pensato dalla sceneggiatrice di scuola Desperate Housewives e Grey’s Anatomy Jenna Bans.

Intanto, ve lo dico subito, la seconda stagione è già in preparazione; le riprese sono partite nel maggio di quest’anno e dovrebbero essere mandate in onda ancora da Netflix, che ha distribuito anche le prime dieci puntate.

Sentivo il bisogno di tranquillizzare in qualche modo chi si è già sparato, probabilmente in una sola notte, tutta la saga delle tre tranquille madri di famiglia che si dedicano al crimine per risolvere i loro problemi personali.

Strepitosa Christina Hendricks, già vista in Mad Men, che qui interpreta la parte della protagonista Beth, donna intelligente, bella e audace, combattuta tra il ruolo di casalinga e quello di rapinatrice in carriera, limitata nei suoi intenti dal carattere bonario e incline alla comprensione.

Si muove assieme alla sorella Annie, ragazza simpatica e sfortunata alle prese con un divorzio complicato e con la causa per l’affidamento della figlia, e con l’amica di sempre Ruby, donna pratica e decisa che lotta quotidianamente con la malattia della primogenita assieme al marito.

Dovranno fare i conti con il cattivo di turno, Rio, feroce capobanda che nasconde, però, una simpatia mal celata per l’affascinante Beth.

Insomma, una commedia con dei risvolti drammatici che ci racconta la decadenza della classe media americana senza orpelli e con grande incisività.

I minuti scivolano via seguendo un ritmo intenso e non mancano i colpi di scena, ottima la regia e la colonna sonora.

Guardatelo! Non è un suggerimento, ma un ordine.

Facebook Comments