ORE 15:17- ATTACCO AL TRENO

NETFLIX e INFINITY

ORE 15:17- ATTACCO AL TRENO

Clint Eastwood, per quel che riguarda i lavori sbanca-botteghini, è uno dei miei registi preferiti, assieme a Nolan, Burton e Tarantino. Spielberg non è stato menzionato perché lui rappresenta un’altra categoria. Dunque Clint dicevo, il caro vecchio texano dagli occhi di ghiaccio, vado un po’ a braccio e cito, partendo dalle sue opere migliori, le pellicole che mi sono entrate nel cuore nel corso degli anni : Mystic River, soprattutto, Bird, Million Dollar Baby, Gran Torino, Gli Spietati, Un Mondo Perfetto, I Ponti di Madison County. Mi fermo qui, potrei tranquillamente discernere su Gunny o Mezzanotte nel Giardino del Bene e del Male con lo stesso pathos, qui parliamo di un grande regista che sa di cinema e sa come cazzo si fa un film, questo è quanto.

Raccoglie, dentro di sé, le sacre scritture del cinema moderno, nei suoi capolavori si intravede la luce di Sergio Leone e di C’era una volta in America, la sapienza impressionista dell’immenso Don Siegel, il lavoro oscuro e tenace del suo primo mentore Arthur Lubin. E poi c’è il suo punto di vista, quella del silenzioso cow-boy repubblicano con la mente aperta e il cinema nelle vene, capace di raccontare come pochi sia il mondo degli eroi che quello dei perdenti, respirando forte di fronte all’armonia e al romanticismo della sua fotografia dipinta nella penombra e commuovendoci per le sceneggiature malinconiche che riflettono il carattere di un uomo ispido ma pieno di sentimento.

Ore 15:17-Attacco al Treno è diverso dal suo standard abituale, è più un documentario che un film, dove gli attori sono i veri protagonisti del mancato attentato sul treno Amsterdam-Parigi. Non se la cavano nemmeno tanto male a dire il vero, pur non essendo dei professionisti, Clint ne tratteggia i ricordi per far riflettere il pubblico sul fatto che nessuno nasce eroe, che lo si diventa, a volte, nell’ attimo in cui ce n’è bisogno. Forse vi deluderà, ma si tratta sempre di un episodio della nostra storia recente, caratterizzata purtroppo da atti terroristici e stragi di innocenti. Quel giorno andò bene grazie a tre giovani impavidi che si sono battuti contro un nemico subdolo e abietto, molti esseri umani devono a loro la vita, dare uno sguardo a questa pellicola sarà un po’ come rendere omaggio agli eroi di Sacramento, oltre che a uno dei più grandi protagonisti del cinema di sempre.

 

Facebook Comments