MR. HOLMES – IL MISTERO DEL CASO IRRISOLTO

NETFLIX e INFINITY

MR. HOLMES – IL MISTERO DEL CASO IRRISOLTO

Durante le festività, Infinity ha inserito nei nuovi arrivi un film particolarmente bello e sottovalutato del bravo regista newyorchese Bill Condon, che già con Dreamgirls aveva dato una buona prova del suo lavoro, ma che molti ricorderanno soprattutto per Candyman. Qui, invece, si trova alle prese con la vita di uno dei più grandi eroi dell’epopea investigativa e gialla, Sherlock Holmes, personaggio inventato da Arthur Conan Doyle. Non si tratta della prima volta, certo, ma in questo caso il brillante detective residente a Baker Street viene ripreso negli ultimi anni della sua vita, ormai malato, in una casa di campagna assistito da una badante vedova e dal piccolo figlio di lei, con il quale instaura subito un bel rapporto amicale. Il tono romantico si addice perfettamente all’incedere interpretativo dell’attore protagonista, un grandissimo Ian McKellen, perfettamente a suo agio nella parte e che Condon aveva già diretto magnificamente in Demoni e Dei. Mr. Holmes si occupa di api e non sembra l’audace ed energico uomo di un tempo, ricorda con fatica i casi risolti in passato e assume, a tratti, espressioni malinconiche e trasognate. Stimolato dal piccolo amico, ragazzo brillante e intelligente, ritrova i fasti dell’antico passato regalando stupefacenti attimi di quello che era stato un tempo, genio deduttivo raro e impagabile seduttore. Emerge poi il lato sentimentale di quest’uomo che non aveva mai dedicato tempo all’amore, esce tra i ricordi dalla foto di una donna che lui aveva conosciuto solo per poche ore ma che era riuscita a capirlo e con la quale lui avrebbe potuto fuggire. Non aggiungo altro, in fondo stiamo parlando di Sherlock Holmes, ma io credo si tratti di una pellicola da non perdere, delicata e profonda come poche.

Facebook Comments