EXTINCTION

NETFLIX e INFINITY

Eccoci qui, davanti al miglior film realizzato da Netflix da sempre e che fa pendant con La Casa di Papel per quel che riguarda la serie. Lo ammetto, avevo il timore si trattasse di una puttanata terrificante, ma così non è stato. La storia, e di come è nata parleremo più tardi, ti acchiappa fin dal primo istante e ti inchioda alla poltrona. Il regista è l’australiano Ben Young, giovane promessa al suo secondo lavoro, che aveva esordito molto bene nel 2016 con lo splendido thriller psicologico Hounds of Love, mentre il copione è stato pescato nella Blacklist del 2017, cioè nell’elenco pubblicato ogni anno delle migliori sceneggiature lette e finite in un cassetto, cosa che è successa ad autentici capolavori come The Post e Manchester By The Sea. I protagonisti sono Michael Pena e Lizzy Caplan, assolutamente bravi e credibili nella recitazione. Film magnifico, come dicevo, che mantiene sempre un ritmo serrato ma non accelerato, con la giusta dose di azione e di effetti speciali e che si sviluppa in un clima fanta noir che è un autentico piacere per gli occhi. Il colpo di scena c’è, è potente, ma non avviene poco prima della conclusione, bensì a metà racconto, e porta in scena una dimensione narrativa parallela accattivante, regalando la giusta e indispensabile verve che segue i momenti di suspense nelle pellicole costruite sull’andamento sincopato del mistero Sci-Fi. Insomma, tutto molto figo, è su Netflix da ieri e vi consiglio vivamente di non perderlo.

Facebook Comments