THE FOREST

NETFLIX e INFINITY

 

Giallo con risvolti ambrati di horror e qualche lieve reminiscenza soft noir che regala al lavoro il tipico colore grigio immancabile nel racconto di determinate vicende europee, questo è The Forest, nuova serie francese sbarcata su Netflix in questi giorni.

La storia si svolge in una cittadina nei pressi di Lille ed è costruita sulle vicissitudini di alcuni studenti del liceo Saint-Étienne.

In questi anni si è consolidata la tradizione di rendere protagonisti di accadimenti sanguinolenti gli adolescenti in età scolare che, pur trascorrendo gran parte del loro tempo tra le mura domestiche intrattenuti da interminabili viaggi nell’era di Internet e nelle paure più recondite, ogni giovane virgulto detiene un segreto che genera poi misfatti terrificanti.

The Forest è un’ottima mini-serie con finale chiuso, dove gli altarini vengono svelati solamente alla fine, rendendo ovviamente la visione più eccitante e accattivante.

Al di là delle varie chiavi di lettura che possono essere date a questo telefilm, l’attenzione viene data principalmente al terribile vizio di pregiudicare le persone, dividere l’universo tra buoni e cattivi in maniera netta, radicale, mentre in realtà le cose non stanno sempre come appaiono.

C’è poi tutto il discorso da fare legato alla sofferenza, dovuta all’egoismo di una società moderna che non fa prigionieri e permette quindi che si possano giocare querelle personali sulla pelle di bambini innocenti.

Proprio questi fanciulli dovranno fare i conti con il dolore in un futuro prossimo, e con le insicurezze che ne derivano.

La regia è volutamente fosca, decisa, misteriosa, ogni dettaglio è curato nel modo migliore, la foresta è dipinta in modo spaventoso e fa da sfondo alle tormentate e oscure relazioni che intercorrono tra gli abitanti del paese dell’Alta Francia a ridosso del confine con il Belgio.

Insomma, l’ennesimo lavoro prodotto e girato nella vecchia Europa che non ha nulla da invidiare alle milionarie produzioni d’oltreoceano.

Guardatelo, si tratta solo di sei puntate, sarà un pomeriggio ben speso.

Facebook Comments