OUTLAW KING – Il Re Fuorilegge di David Mackenzie

NETFLIX e INFINITY

OUTLAW KING

Questo sequel delle vicende narrate nel film di Mel Gibson Braveheart, prodotto da Netflix e uscito il 9 novembre, atteso con sarcasmo dai fan dell’attore australiano, si è invece rivelato un lavoro di grande qualità sorprendendo critica e pubblico che si aspettavano un’opera più vicina al TV Movie piuttosto che una produzione cinematografica di alta qualità ben scritta e ben diretta dal regista inglese David MacKenzie e che vede tra gli attori principali, peraltro tutti assolutamente a fuoco, Chris Pine e la rivelazione Florence Pugh. Alla fine di Cuore Impavido avevamo lasciato Robert Bruce, eletto re, che iniziava la battaglia decisiva per la libertà della Scozia. La figura del sovrano era stata dipinta in maniera contraddittoria, combattuto com’era tra l’accoglienza delle istanze politiche del padre manovratore e l’amore per gli ideali portati sul campo da Sir William Wallace. Robert Bruce qui in questo nuovo capitolo della saga viene descritto come un uomo malinconico e incline alla ribellione al malvagio re Edoardo Plantageneto, guida per i numerosi fratelli che convivono in un quadro famigliare unito e amorevole. Vedovo e a sua volta padre, accoglie in sposa la figlia di un lord inglese della quale si innamora, ricambiato, quindi scatena la rivolta contro gli occupanti, dapprima poco sostenuto dal resto dei clan scozzesi, quindi, dopo alcune vittorie, aiutato e ammirato dal popolo che non aveva ancora dimenticato il mito di Wallace e aveva paura a combattere di nuovo. Un bel film, girato seguendo canoni diversi dal tipico colossal americano, più intimo, in certi momenti forse addirittura migliore, e per questo motivo, oltre che per la splendida fotografia griffata Barry Ackroyd, collaboratore fedele di Ken Loach, bisogna assolutamente dargli un occhiata, mentre fuori la nebbia copre i contorni delle case e la pioggia tamburella lenta i vetri delle finestre in questo autunno particolarmente caldo.

http://www.ibuonicuginieditori.it/collana_albatro_randagio/max-deliso_-breve-storia-di-rosita-e-kaplan.html

Facebook Comments