QUESTIONE DI TEMPO – ABOUT TIME

NETFLIX e INFINITY

QUESTIONE DI TEMPO

About Time, questo è il titolo originale del lavoro diretto da Richard Curtis, è un film molto bello. Lo scrivo subito, a scanso di equivoci, anche perché non parliamo di una commedia sentimentale canonica, bensì di un’opera a sfondo fantastico sostenuta da una sceneggiatura importante, complessa a tratti, intrigante e affascinante. Si parla di viaggi nel tempo, argomento a me caro e spesso maltrattato dagli addetti ai lavori, che molte volte, a dire il vero, sono costretti a fare i conti con pellicole strombazzate di dubbio valore. Qui invece tutto ha inizio dalle vicende di una famiglia normale, padre, madre e due figli, che vivono spensierati e sereni nella splendida Cornovaglia, peraltro fotografata a meraviglia da John Guleserian, tra merende in riva al mare e feste danzanti. Fino a quando il protagonista del film, Tim, compie ventuno anni, e viene informato dal papà che i maschi della famiglia godevano della prerogativa di viaggiare nel tempo. Il ragazzo, che è di indole buona, dapprima sfrutta questa capacità per conquistare la ragazza del suo cuore, ma poi cerca di compiere sempre delle buone azione tese ad aiutare gli altri. Il finale è commovente, in qualche modo ricorda One Day di Lone Scherfing, e porta sullo schermo alcuni valori importanti, come la fedeltà, la lealtà, l’amicizia, l’attaccamento verso i propri cari. Insomma, About Time, che potete trovare sulla piattaforma di distribuzione Netflix, è uno di quei lavori che riescono a sorprendere, il classico film sottovalutato dalla critica e dal pubblico e che invece avrebbe dovuto riscuotere un successo maggiore, sia nelle sale che sui taccuini giornalistici. Guardatelo, rimarrete stupiti e piacevolmente colpiti, magari in dolce compagnia o durante una notte serena, corroborati da un cioccolatino e da una buona tazza di Tè nero al Rhum.

Facebook Comments