SOLO – NETFLIX

NETFLIX e INFINITY

SOLO

Solo è un film targato Netflix, diretto dal regista cileno Hugo Steven, inserito tra le nuove proposte che la public company di Scotts Valley ha distribuito ad inizio 2019. Steven ha fatto un buon lavoro davvero, condensato in poco più di un’ora e mezza, ha raccontato la vera storia dell’incidente capitato al surfista Álvaro Vizcaíno, qui interpretato magistralmente da un ottimo Alain Hernandez, il quale, in cerca di solitudine e un momento di riflessione, cade da un dirupo a picco sul mare nelle isole Canarie e si frattura il bacino. Rimane in balia degli eventi, gravemente ferito e per due giorni, cercando disperatamente di trovare soccorso. Per mantenersi vivo si concentra sugli eventi e sulle persone che fanno parte della sua vita, cercando conforto nei ricordi e ripromettendosi di cambiare atteggiamento verso la donna che amava e alla quale non riusciva a dare tutto quello che avrebbe voluto. Un’ opera claustrofobica che richiama alla mente “127 ore” pellicola diretta da Danny Boyle e con un fantascientifico James Franco nei pani del protagonista. Il film di Stevens parla dell’esistenza umana, degli errori commessi e della possibilità di riparare ad essi, della paura, della potenza del mare, del coraggio, del dolore. Alain Hernandez offre una prova attoriale di grande livello, complessa, struggente, sostenuto da una fotografia intensa e decisa, e da una sceneggiatura scritta a regola d’arte. Solo è un lavoro coinvolgente, a tratti angosciante, che non delude affatto le aspettative del pubblico, anzi, lo invita a raccogliere i propri pensieri sull’impotenza dell’uomo di fronte alla forza della natura, spesso maltrattata e abusata, che però, a differenza dell’umanità becera, riesce ancora ad essere clemente. Guardatelo.

Facebook Comments