TUTTO PUO’ CAMBIARE

NETFLIX e INFINITY

TUTTO PUO’ CAMBIARE

 

John Carney è un regista e sceneggiatore irlandese che, alcuni anni fa, si è ritagliato un piccolo spazio nel mio cuore realizzando uno dei miei film musicali preferiti : Once.

Spero sempre che Netflix o qualche altra piattaforma distributiva lo metta in programmazione, per il momento, però, Infinity ci ha regalato un altro ottimo lavoro di Carney, Tutto può cambiare, con un bravissimo Mark Ruffalo e una Keira Knightley sempre bella e in notevole forma attoriale.

Sono rimasto piuttosto colpito dall’opera in generale. Ambientata in una New York autunnale e malinconica, la pellicola racconta la rivincita personale di un produttore musicale geniale finito gambe all’aria a causa di alcuni problemi personali.

Come spesso accade sarà un incontro casuale a cambiare l’ordine delle cose, grazie alla cantautrice Gretta, gentile e affascinante ragazza reduce dalla separazione dal suo fidanzato, diventato, nel frattempo, una rockstar.

Due esseri umani che hanno perso le loro partite, due loosers, come direbbero negli States, ma ancora disposti a combattere per impossessarsi nuovamente della loro vita, per riprendere fiducia in loro stessi, per ritrovare calore umano.

Carney ha questa grande capacità di fare interagire le persone in maniera particolare, due esseri che si piacciono, si innamorano, si sfiorano, si appoggiano delicatamente l’uno all’altro, e quando ti aspetti che la passione esploda un gioco di sguardi ti riporta alla realtà, non ci sarà mai nulla di fisico o sentimentale, il loro cammino proseguirà altrove.

Da sottolineare la prova canora di Keira, che propone brani originali, assieme ad Adam Levine, che nel film interpreta l’ex fidanzato senza infamia e senza lode. Il film è stato prodotto dallo specialista in commedie Judd Apatow, che è garanzia di qualità, per questo, e per altri motivi, se fossi in voi lo guarderei, ma non da soli.

 

Facebook Comments