YOU – NETFLIX

NETFLIX e INFINITY

Netflix colpisce ancora, mettendo in distribuzione, dal 26 dicembre, “You“, sorprendente serie televisiva americana tratta dal romanzo omonimo di Caroline Kepnes. Voglio subito dire che non si tratta del solito thriller psicologico bombardato da cliché di genere e infarcito da fastidiose citazioni gialle, no, qui siamo di fronte a qualcosa di completamente diverso, perché il punto di vista è quello del mostro, del killer, che però, un po’ come Dexter, da cattivo diventa semi-buono, nonostante manchi l’identificazione personale che coinvolge il pubblico anche emotivamente. Insomma, facciamo il tifo per il libraio Joe Golderg, interpretato dal bravissimo ex Gossip Girl  Penn Badgley, che intreccia una malata love story con la scrittrice in erba Guineviere Beck, personaggio controverso descritto molto bene dalla prova attoriale dell’ottima Elizabeth Lail, semi-esordiente già vista in The Blacklist. Quelli che un tempo venivano chiamati maniaci ora sono diventati stalkers, attività seriale in cui si diletta Joe, aiutato a non farsi scoprire dal suo viso da bravo ragazzo e dalla gentilezza che dimostra in qualsiasi circostanza. Conosce Beck in libreria, ne rimane affascinato e decide quindi, attraverso diversi e spesso divertenti escamotage, di passare ai raggi x la sua vita, aiutato dai social network e da un cappellino durante i pedinamenti. Riesce così a diventare dapprima suo amico, poi, dopo avere conquistato la sua fiducia, suo fidanzato ufficiale. La storia è ricca di colpi di scena, le scene sono sempre piuttosto esplicite e le trame architettate in fase di sceneggiatura inquietanti e affascinanti. La domanda è : fino a dove una persona innamorata può arrivare per difendere il proprio rapporto? Perché è questo che Joe cerca di fare, anche se poi i risultati non rispecchiano esattamente le motivazioni che stavano alla base di tutto. Il fatto è che, pur descrivendo il protagonista in maniera simpatica, emergono, piano piano, tutti i suoi limiti caratteriali, il suo egoismo di fondo, la gelosia, il desiderio di possesso. Il finale è piuttosto inaspettato, ma ci sarà sicuramente una seconda serie, troppe ancora le cose da raccontare e da spiegare. Non perdetevelo. 

Facebook Comments