FEROCI SCONTRI BLASONATI AL GRANDE FRATELLO VIP

PROGRAMMI TV

Mentre l’isola delle tentazioni si sta esaurendo dentro le puntate autunnali di Uomini e Donne, il GF Vip continua il suo silenzioso percorso claudicante impreziosito dalla storia d’amore MonteSalemi e dalla rivendicazione di quarti di nobiltà della Marchesa D’Aragona stuzzicata dalla Contessa De Blanck che sostiene, invece, fosse una imbonitrice di creme per il corpo e una massaggiatrice prima di comprarsi titolo coronato e barboncino d’ordinanza. Nel frattempo se ne esce il VJ Silvestrin, che un po’ stava sul cazzo a tutti, e il comico Battista, che si scusa per il disturbo tra lacrime amare e incomprensibili barzellette in romanesco. Ma procediamo con ordine. La moglie di Totti sfodera fin da subito il suo sorriso accecante modello centrale atomica pre-apocalisse nucleare, mentre Signorini si muove spazientito e intossicato dalla sua verve in pieno stile adolescenziale post-prandium, ancheggiando furiosamente e sacramentando segretamente. Dopo pochi minuti fa il suo ingresso nella casa Cristiano Malgioglio, vestito come Camilla Parker Bowles a una corsa di cani da pastore bovino nel Lancashire, che incontra subito Ivan Cattaneo, abbellito da una giacca da entraîneuse coatta di fine secolo al club Mundo de Noche.  I “Sei una stronza ma ti amo” danno immediatamente la stura alla pubblicità, salvo poi ripartire con la polverizzazione zebedaica causata dall’infinita querelle tra una delle gemelle Provvedi e l’immenso sfigato Corona, una roba talmente pesante da far sciogliere il Codacons, i Lupetti e Telefono Amico. Interviene anche una mamma presente in studio. Tutto scorre come da programma tra flirt inventati e alcuni spunti filosofici di Walter Nudo, nostro favorito e probabile prossimo arcivescovo di Costantinopoli, anche se non si capisce se Monte e Salemi abbiano già limonato, si siano toccati o stiano semplicemente partecipando a una gara interzonale di ” Centra il buco e tira l’acqua “. Infine, come anticipato, la diatriba fluorescente tra la marchesa Daniela Del Secco D’Aragona e la Contessa Patrizia De Blanck, le quali, noblesse oblige, si scambiano le tipiche espressioni D’Alto Lignaggio in vigore nei palazzi del principato romano, come ” te sfonno er mazzo pezzo demmerda ” o ” pora stronza de caciottara te rompo er femore “. Durante la tenzone vengono quasi alle mani e si teme il peggio, ma tutto rientra dopo che la produzione minaccia di farle uscire peggio di come erano venute, cioè con le pezze al culo. Ci si addormenta molto prima delle nominations, rassicurati del fatto che, oltre alle benzodiazepine standard, esistono le bevande super alcoliche e le sostanze allucinogene a buon mercato per vivere più sereni, che con i tempi che corrono è una gran cosa.

Facebook Comments