NON E’ LA D’URSO

PROGRAMMI TV

Io pensavo, tutti pensavamo, che la televisione italiana avesse toccato il fondo l’anno scorso, quando, al primo scorcio di primavera, il terzo Ken Umano entrò nella rumenta del Grande Fratello Nip griffato D’Urso. Ma ieri sera, che fuori soffiava il tipico venticello delle colline, la splendente Barbara è riuscita ad andare oltre la soglia del raschiamento della merda dal fondo del barile per ben due volte, la prima con l’abietta vicenda del matrimonio di Pamela Prati e Mark Caltagirone, poi con lo svelamento mozzafiato del risultato della prova del DNA di Paola Caruso e della sua mamma biologica ex fidanzata di un ex pedatore famoso. Ma andiamo con ordine. Mark Caltagirone, che potrei essere io, è un personaggio inventato da Pamela Prati per mettere in scena il suo matrimonio fittizio in combutta con l’Agenzia Aicos Management Marketing e Sponsor, gestita dalla rivale più accesa di Tina Cipollari, anima e cuore di Uomini e Donne Under e Over. Delle motivazioni della soubrette sarda con ci frega un cazzo, perché il nocciolo della faccenda è un altro. E’ evidente che Mark Caltagirone, bonazzo imprenditore multimiliardario con un nome piuttosto figo, non esista. Lo hanno capito tutti, dalle vecchiette gossippare al Mago Silvan, da Topo Gigio a Ciccio Pasticcio, perfino la Meloni pare, insomma, è talmente chiaro che anche un bambino dell’asilo delle Suore della Divina Misericordia si sarebbe messo a ridere divertito, prima di cagarsi addosso spontaneamente dopo un attacco di giubilo ingiustificato. Eppure, per quasi un’ora, ne parlano, con tanto di opinionisti, sondaggi e cernita dei like su Facebook. Allora tu cominci a farti delle domande, a darti delle risposte, tipo che non è stata una figura proprio così empia avere scoreggiato a una festa di Capodanno a Latisana nel 2005, e che in fondo in fondo chiedere il reddito di cittadinanza non è una roba poi così poco dignitosa. Ma tant’è, pensi che sia finita e vai a pisciare, ma ecco comparire sullo schermo Paola Caruso, ex Isola dei Famosi e madre del figlio di un membro della riccanza che si è dato al primo ritardo. E’ lì perchè la D’Urso, per puro caso, e dopo ben trentaquattro anni, le ha rimediato una donna che dice di essere sua mamma. Tra pianti immotivati e un turbinio di ciglia finte collassate, le due donne aprono la busta con il referto della mattanza genetica in diretta e davanti al pubblico spiritato in sala, sbattendosi le balle della madre adottiva ammalata che si godeva la scena dalla sua casa catanzarese e che non ha mai visto il nipote nemmeno per sbaglio. Carmelita si commuove, entra in studio anche la nuova sorella biologica, il nuovo cane biologico e il decimo figlio biologico e illegittimo di Diego Armando Maradona. Migliaia di coriandoli dorati si sfangano su decine di esplosive tette al silicone e turgide labbra paperine pluripunturizzate, l’auditel sale a valori prossimi alla pressione della conduttrice di Unomattina e “D’Urso santa subito” diventa la frase più cercata su google. E’ tutto vero, ma la razza umana è migliore di così, o di Libero, sappiatelo.

 

Facebook Comments