LA CAREZZA DELL’ACQUA

VARIE ED EVENTUALI

LA CAREZZA DELL’ACQUA

La carezza dell’acqua è un romanzo sorprendente. Questo mi è venuto in mente immediatamente dopo la fine della lettura del bel racconto di Fabiana Dallavalle, scrittrice e critica letteraria del Messaggero Veneto. Infatti non si tratta di una semplice storia d’amore, ambientata tra le calli veneziane, ricca di sentimento e momenti romantici, c’è molto di più. La piega, inaspettatamente misteriosa, che la vicenda prende fin da subito, trasporta il lettore dentro a un mondo particolarmente intrigante, spirituale ed esoterico, quasi gotico, mi verrebbe da dire, ma senza nessun tipo di deriva horror. Il contrasto tra la luce del mercato cittadino e l’angoscia tetra racchiusa nei pensieri della protagonista Ada, un’autrice di libri per bambini, fa da contraltare allo sviluppo del suo rapporto con Davide, un architetto che accende il suo spirito di ricordi di un tempo che non è di questa vita. La carezza dell’acqua non è soltanto l’incontro tra due persone, ma soprattutto delle loro anime, un’attrazione infinita e continua, avvolgente. Sono molte, comunque, le chiavi di lettura di questo romanzo che avrebbe il diritto di avere un respiro più ampio nel panorama letterario italiano. Al di là della trama, è un libro scritto magnificamente, poetico ma non stucchevole, fresco, vivo, con il ritmo giusto. E’ anche un racconto con ampio respiro musicale, che tradisce, in qualche modo, l’amore dell’autrice, anche ballerina classica, per la danza. Questa sera, alle 18, presso la Libreria W.Meister di San Daniele del Friuli, ne parleremo, assieme ad Angelo Floramo, con l’autrice Fabiana Dallavalle. Lasciatevi sorprendere anche voi.

 

Facebook Comments