LE DIECI REGOLE DEL CIABATTISMO PURO

VARIE ED EVENTUALI

 

Le ultime dichiarazioni di Fontanini Trump riguardo agli immigrati senegalesi regalano all’intera umanità una speranza: nascere completamente sprovvisti di cervello e di qualsiasi altro mezzo cognitivo noto alla neuroscienza non sarà più un problema, qualunque coglione, infatti, potrà ritrovarsi con in mano la leva di comando della più grande potenza mondiale d’emblèe, trombarsi una gnocca slovena di origine extraterrestre e spendere milioni di dollari in jet privati, yacht e pornostar cinque stelle top ten. Chiaro che ad alzarsi alle cinque del mattino per andare al lavoro e guadagnare in un mese quello che lui lascia di mancia al baracchino degli Hot Dog le balle cominciano a piroettare e fluttuare, salvo poi esplodere in un fragoroso finale pirotecnico.
Per salvaguardare la propria salute dal dannoso germe dell’invidia e dell’insoddisfazione personale esiste una pratica filosofica propria delle persone intelligenti, che ripara antiche ferite e protegge da fratture testicolari future, il Ciabattismo Puro, detto anche Striscio del Pinguino Mediterraneo.

1) Il ciabattista ha una coscienza sociale vigile, una vita sessuale attiva e una mente aperta, tuttavia mantiene un atteggiamento disinteressato e sbuffante, modula pigramente le parole in maniera sagace e acuta, intervallando le frasi con battute argute e di livello.
2) Le ciabatte vanno scelte con criterio, tenendo conto in primo luogo della comodità.
Ne esistono in commercio diverse tipologie, si consiglia vivamente la ricerca del modello cinese Top White, reperibile nei mercatini locali e nei Bazar, numero unico 47, bianco, con calzare a pallini massaggianti, costa novantanove centesimi.
3) L’abbigliamento deve essere pratico e largo, ma soprattutto il vero ciabattista indossa sempre, anche d’inverno, un costume rosso o blu preposto al bagno a scrocco in piscine indoor e outdoor, corsi d’acqua termale, callette a mare poco affollate, fiumi non esondati e Venezia.
4) Le ciabatte vanno sempre strisciate a pattino, ammirando con fredda nonchalance chiunque e qualsiasi cosa, compiacendosi di sé solo dopo l’arrivo al divano, scopo e meta del ciabattista puro. La televisione, guardata con disprezzo dall’intellighenzia snob postcomunista, è altresì suggerita e incoraggiata. Sono però vietate trasmissioni di intrattenimento pomeridiano e i telegiornali. I programmi preferiti del ciabattista sono le aste, le vendite di centrifughe e padelle antiaderenti, lo sport, i porno soft, The Voice of Italy e le serie televisive cult.
5) Il ciabattista mangia sano, non fuma e non beve e non fa uso di droghe, anche se l’optimum sarebbe rollarsi una sigaretta dopo i pasti, sorseggiare un paio di Cabernet Sauvignon al giorno e concedersi una cannetta la sera.
6) Il sesso viene consumato sempre con ardore, ma senza inutili urla e rumori connessi al coito. La risata soddisfatta dopo il botto conclusivo è consentita. Eventuali commenti a latere tesi a turbare l’armonia sono assolutamente proibiti. Il ciabattista puro, da che mondo e mondo, scopa come un’idrovora cambogiana, se necessario anche da solo.
7) Il ciabattista guarda alla ricchezza degli altri senza mostrare alcuna invidia, ma anzi, ostentando molteplici interessi culturali vissuti in modo semi letargico suscita curiosità, imbonisce le masse e fa proselitismo. Saltuariamente partecipa a dibattiti sulla nouvelle vogue francese tirando sigari a basso costo e prendendo le parti di Godard quando e se la situazione lo richiede.
8) Il ciabattista non vota più da anni, perchè, come ama dire, non gliene frega un cazzo. Simpatizza però sottecchi per Potere al Popolo e le quote rosa. Un tempo era dichiaratamente di estrema sinistra.
9) Le automobili sono viste dai ciabattisti con favore, anche se non contemplano la guida, ma l’utilizzo di un amico a guisa di chauffeur. Privilegiano le gite in posti caldi, pizzerie napoletane, Gardaland. Si addormentano ovunque non appena possono, detestano essere svegliati, se non da persone affascinanti inclini alle avances fisiche a scopo ludico.
10) Il ciabattista puro ha solo nove regole, tutto il resto è aria fritta.

 

Facebook Comments